La valorizzazione dei borghi

Una sfida per gli amministratori del XXI secolo. Il convegno domenica 4 settembre 2011 a Vigoleno

Il recupero, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio storico, culturale, artistico ed ambientale del proprio borgo è uno dei compiti più importanti e anche più ardui per un amministratore locale, sempre alle prese con priorità quotidiane tutt’affatto diverse all’interno di bilanci in sempre maggior sofferenza.

Il convegno esamina come questo compito possa essere affrontato nella realtà, prendendo l’esempio di tre comuni, uno del Nord, uno del Centro e uno del Sud Italia, che hanno interpretato la loro appartenenza al Club dei Borghi più Belli d’Italia promuovendo iniziative dal respiro strategico, volte a favorire un miglioramento della qualità di vita per chi nel borgo abita, valorizzandone al tempo stesso le peculiarità e creando le condizioni per incentivare sia l’intervento pubblico che l’iniziativa privata.

Domenica, 4 settembre 2011 – ore 11,00
Oratorio Beata Vergine delle Grazie – Vigoleno (Comune di Vernasca)

PROGRAMMA

Apertura

  • Gianluigi Molinari – Sindaco di Vernasca                   
  • Giorgio Pozzi – Presidente V Commissione Territorio – Regione Lombardia
  • Fiorello Primi – Presidente del Club dei Borghi più Belli d’Italia           

Relatori

  • Domenico Ferrari - Presidente F.A.I. di Piacenza
  • Arch. Pietro Zanlari - Presidente Fondazione Architetti di Parma e Piacenza

Casi di studio

  1. Il caso di Gradella e del suo “Piano Ordinatore”
    Comune di Pandino (CR)
  2. Un borgo e la sua rinascita
    Comune di Santo Stefano di Sessanio (AQ)
  3. Dal recupero del borgo al "Medieval resort"
    il percorso virtuoso del Comune di Montalbano Elicona (ME)