Abitare la città dimenticata: San Paolo

San Paolo: ipotesi per un sistema culturale integrato

Leggi gli interventi di Pietro Zanlari e Elena Bonelli

Il complesso del San Paolo può diventare il centro del sistema culturale integrato parmense? Parma sente la necessità di un polo capace di raccontarne la storia, l’evoluzione urbana e territoriale, di costituire un laboratorio per evidenziarne le potenzialità? Proponiamo oggi una riflessione sull’importanza strategica di uno dei grandi complessi monumentali pubblici sottoutilizzati, nella convinzione che possa assumere un ruolo decisivo nella trasformazione della città, anche in rapporto ai nuovi indirizzi della pianificazione urbanistica e culturale in tempo di crisi.

Parliamo di un imponente patrimonio di spazi con capacità attrattiva straordinaria sia in termini quantitativi che qualitativi, il cui riuso può diventare un elemento determinante nello sviluppo dell’offerta culturale locale in un processo combinato di recupero, tutela, gestione e soprattutto fruizione consapevole. Primo problema resta l’attribuzione di nuove funzioni compatibili con l’importanza del contesto architettonico ed insieme economicamente sostenibili. Poi viene la necessità di mettere a sistema questi edifici oggi dismessi o sottoutilizzati, valorizzandone le potenzialità rispetto al contesto socio-economico e insediativo.

Nel difficile equilibrio tra interessi di natura collettiva e aspettative di alcuni settori, appare necessario concertare un obiettivo condiviso tra cittadinanza, soggetti pubblici e privati impegnati nel governo e nell’attuazione delle trasformazioni del territorio. Offriamo dunque un contributo al dibattito, che auspichiamo in grado di raccogliere le aspettative, le idee, le necessità, i desiderata della città. Per definire gli obiettivi strategici (ed evitare il ripetersi dei gravi errori del recente passato), avvertiamo il bisogno di avviare un processo allargato di analisi e confronto. Il recente incontro sul recupero del Complesso di San Francesco, rivelatosi utile per meglio definire i temi connessi con il suo riuso, ci stimola a proseguire il ciclo programmando, dopo questo sul San Paolo, i prossimi incontri su Ospedale Vecchio e San Luca degli Eremitani.

Il convegno sarà seguito dall’evento  Attraverso San Paolo organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P.C.  della Provincia di Parma e dalla Fondazione Architetti di Parma e Piacenza, in collaborazione con il Comune di Parma