Forme di Partenariato Pubblico-Privato per il recupero dei Beni Culturali

Giornata di studio nell’ambito delle iniziative del ciclo: “Abitare la città dimenticata”. Il 28 settembre 2012 alle ore 10:30 presso il Teatro Lenz di Parma

 

Giornata di studio e di lavoro finalizzata ad analizzare gli strumenti giuridici e normativi utili a individuare i migliori e più concreti percorsi utilizzabili per il recupero dei complessi immobiliari d’importante valore storico e architettonico di proprietà pubblica oggi in stato di abbandono. Partiamo da presupposti evidenti, quali: il crescente degrado fisico e d’uso del cospicuo patrimonio, la difficoltà di individuare usi con questo compatibili e capaci di autosostenersi, la decrescente disponibilità di risorse pubbliche e la necessità di ritrovare una identità urbana e territoriale coerente con le migliori tradizioni che le nostre comunità hanno saputo dimostrare nella storia. Consapevoli che la tematica interessa tanto le più importanti realtà monumentali dismesse

quanto i numerosi casi “minori” presenti nel nostro territorio e che il rapporto pubblico privato ipotizzabile per il recupero debba trovare un equilibrio condiviso, corretto e trasparente, capace di garantire la salvaguardia del patrimonio e il rientro necessario a stimolare l’investimento privato, dedicheremo parte della giornata ai quesiti posti dalle parti interessate e alle relative risposte dei relatori. Nella sessione mattutina verrà preso in esame il regesto critico degli strumenti normativi,

inclusi i più recenti aggiornamenti introdotti dal Governo Monti, mentre nella seconda parte si cercheranno di individuare gli strumenti operativi più idonei nello specifico campo del recupero architettonico.

Per l'ottimizzazione degli aspetti logistici legati al numero dei partecipanti, si prega di confermare la propria adesione inviando una mail a: info@fondarch.prpc.it entro mercoledì 26 Settembre. Per ulteriori informazioni contattare: 0521.283087

Il programma e le altre informazioni di dettaglio sono consultabili nell'invito